La cucina tipica umbra

Poco influenzata dalle regioni vicine,  la cucina umbra si basa essenzialmente sulla carne e sui prodotti della terra, che vengono usati sia nelle grandi occasioni sia nel pasto quotidiano.
Le radici della cucina umbra affondano nella civiltà degli Umbri e dei Romani con frequente uso di legumi e cereali. È una cucina semplice con lavorazioni che esaltano i sapori delle materie prime.

La carne

agnello_1920pxLa carne costituisce il perno intorno al quale ruota la cucina regionale. Viene cucinata con metodi semplici per esaltarne il sapore. Le cotture più utilizzate sono alla griglia e allo spiedo, che consentono di insaporirla con essenze odorose e di esaltarla attraverso erbe aromatiche. La cottura in umido è utilizzata per preparare saporiti piatti di cacciagione da gustare insieme alla torta al testo. Tipica è la lavorazione del maiale e la produzione di salumi, in particolare nella zona di Norcia cittadina del sud-est della regione, riconosciuta come la culla tradizionale della salumeria italiana. Altro ingrediente  di eccellenza che ricorre nei piatti è l’olio extravergine di oliva,  prodotto particolarmente pregiato delle terre umbre.

 Il tartufo

monini_terra_umbria_tartufo_norcia01_0L’Umbria è per antonomasia terra di tartufi di grande qualità, assieme alla Toscana, al Piemonte e è una delle regioni italiane più importanti per la raccolta del tartufo. Il più raro e pregiato è il tartufo bianco, mentre il tartufo nero  viene molto utilizzato come condimento sulla pasta e nei piatti di selvaggina.

Le zuppe

Le zuppe sono un altro caposaldo della cucina umbra, preparate in modo da  esaltare i sapori  dei tanti ingredienti utilizzati.  Le più tradizionali sono la zuppa di cipolle umbra, la  zuppa di farro e la zuppa di lenticchie.
Le lenticchie di Castelluccio di Norcia meritano una citazione a parte: un tipo di lenticchie molto piccole,  ma con un eccezionale sapore perché coltivate in alta montagna ad un’altezza di circa 1500 metri; un prodotto sicuramente da provare durante un soggiorno in Umbria.

I vini

Il cuore verde d’Italia è anche indiscussa patria di storici e celebrati vini. In Umbria si coltivano uve sia bianche che rosse ed entrambe rappresentano un fattore importante dell’enologia della regione. attualmente riconosciute due DOCG: il Torgiano Rosso Riserva e il Sagrantino di Montefalco (o Montefalco Sagrantino), entrambi vini rossi e certamente da considerarsi fra gli esempi più importanti della regione.

vigneti_umbri